GLI ATTIMI DOPO L’ORIZZONTE

Nel corso del mio ultimo viaggio attraverso la west coast americana ho notato come, nonostante i paesaggi sconfinati e il contatto estremo con la natura, dopo un primo momento di stupore il pensiero andava inevitabilmente alla ricerca di un qualcosa d’altro, una storia passata che vivesse oltre il semplice sguardo. Da qui nasce l’idea di un progetto finalizzato a unire immagini e narrazione.

Il libro si basa sull’idea di come un paesaggio, un momento, un’immagine o una fotografia non siano degli attimi limitati da una possibilità fisica né tantomeno da una cornice, ma siano punti di partenza per l’origine di infinite storie da raccontare, esperienze per estendere il proprio sguardo oltre gli spazi che le confinano. Inoltre, all’interno di questo flusso narrativo libero, è presente anche il tema del viaggio che viene esplicitato attraverso il concetto di movimento. In natura nulla è fermo perché tutto è vivo: questo è il fil rouge che lega ogni narrazione. Pur se i testi sono tra di loro diversi a causa della variabilità della propria origine, è sempre possibile trovare al loro interno un moto, sinonimo del viaggio e della vitalità della natura.

IL CONCEPT

“Gli attimi dopo l’orizzonte” è un fotolibro composto da venti brevi racconti. Venti come il numero di giorni passati on the road: per ogni esperienza una nuova storia.

La fotografia come esperienza e origine, la scrittura e il racconto come attimi per scoprire ciò che supera i limiti e vive oltre l’orizzonte.

    BLUE MINDS

    Follow us